immagine_rss

UTILIZZO DEI COOKIES

Al fine di rendere i propri servizi il più possibile efficienti e semplici da utilizzare, questo Sito fa uso di cookies.

Pertanto, quando si visita il Sito, viene inserita una quantità minima di informazioni nel dispositivo dell'Utente, come piccoli file di testo chiamati "cookie", che vengono salvati nella directory del browser Web dell'Utente.

Esistono diversi tipi di cookie, ma sostanzialmente lo scopo principale di un cookie è quello di far funzionare più efficacemente il Sito e di abilitarne determinate funzionalità.

Questo sito non fa uso di cookies per scopi pubblicitari o di profilazione dell'utenza, bensì utilizza soltanto cookies di tipo tecnico.

I cookie tecnici sono utilizzati per migliorare la navigazione globale dell'Utente. In particolare:

  • misurano l'utilizzo dei servizi da parte degli Utenti, per ottimizzare l'esperienza di navigazione e i servizi stessi;
  • sono necessari per il corretto funzionamento di alcune aree del sito;
  • comprendono sia cookie persistenti che cookie di sessione.

In assenza di tali cookie, il sito o alcune porzioni di esso potrebbero non funzionare correttamente. Pertanto, vengono sempre utilizzati, indipendentemente dalle preferenze dall'utente. I cookie tecnici vengono sempre inviati dal dominio.

Il Titolare non è tenuto a richiedere il consenso dell'utente per i cookie tecnici, poiché questi sono strettamente necessari per la fornitura del servizio.

Argomento:   

12.10.2017 - Registrazione Fatture Fornitori


Introduzione


ImmagineA seconda della tipologia del Fornitore, è necessario avviare uno dei programmi dedicati, ovvero

Registrazione Fatture Fornitori

Registrazione Fatture Fornitori CEE

Registrazione Fatture Fornitori Reverse Charge

L'esempio trattato in questo testo è riferito ad un Fornitore nazionale, il comportamento degli altri programmi dedicati alle diverse tipologie è perfettamente identico.

Avviare il programma Registrazione Fatture Fornitori.

La data di registrazione proposta è quella odierna, è sufficiente confermarla, o in alternativa variarla secondo necessità, purché in un intervallo tra il 1° gennaio dell'anno precedente ed il 31 dicembre dell'anno in corso.

Oltre al momento dell'avio del programma, è sempre possibile modificare tale data tramite la pressione del tasto F6 quando si è posizionati sul campo “N° Protocollo”.

 Video - Registrazione Fatture Fornitori  video

 Video - Registrazione Fatture Fornitori: un caso più complesso  video

 Video - Modifica registrazione Fatture Fornitori  video

 Video - Eliminazione registrazioni errate Fatture Fornitori  video

 Video - Registrazione Fatture Fornitori CEE  video

 Video - Registrazione Fatture Fornitori in Reverse Charge  video


Dati testata


ImmagineNella prima fase occorre compilare tutti i dati richiesti per la testata del documento:

Numero Protocollo - Il numero del primo Protocollo disponibile per l'anno in corso viene presentato automaticamente.

Selezionando un numero documento esistente, si passa in modalità modifica dei dati di testata.

ImmaginePremendo il tasto F8 si attiva la visualizzazione dell'elenco dei documenti protocollati nell'anno di registrazione indicato, ordinato per N° Protocollo.

Forniamo di seguito la decodifica della prima colonna dell'elenco dei Protocolli:

Colonna 'St' = Stato, può assumere i seguenti valori:

  • T = Registrazione non ancora stampata sul bollato;
  • S = Registrazione già stampata sul bollato.

Riguardo alla colonna Fornitore, facciamo notare che l'utilizzo di codici alfabetici mnemonici faciliti di molto la leggibilità dell'elenco.


Numero Fattura - Indicare il numero della Fattura Fornitore.


Data Documento - Indicare la data della Fattura Fornitore. Viene controllata la congruenza della data immessa con la progressione cronologica delle Fatture e la data della registrazione impostata.


ImmagineCodice Fornitore - L'elenco dei Codici Fornitore disponibili è attivabile tramite la pressione del tasto F8.

Con la pressione dei tasti Shift + F8 si attiva la visualizzazione dell'elenco Fornitori ordinati per Ragione Sociale.

Se il Codice non è presente in archivio, viene richiamata automaticamente la funzionalità di gestione dell'Anagrafico Fornitori, per l'inserimento “al volo” dei dati, senza essere costretti ad uscire dal programma di Registrazione Fatture ed a rientrarvi al termine dell'inserimento dei dati di un nuovo Fornitore.

Viene effettuato un controllo di congruenza tra il programma che si sta usando e la tipologia del Fornitore indicato (nazionale, CEE, Reverse Charge).

Le Condizioni di Pagamento vengono reperite automaticamente dall'anagrafica del Fornitore, ma sono modificabili estemporaneamente da parte dell'Utente.

Eventuali variazioni del Codice proposto hanno validità solo per il documento corrente.


ImmagineCodice Condizioni di Pagamento - L'elenco dei Codici Condizioni di Pagamento disponibili è attivabile tramite la pressione del tasto F8.

Se il Codice non è presente in archivio, viene richiamata automaticamente la funzionalità di gestione della Tabella Condizioni di Pagamento, per l'inserimento “al volo” dei dati, senza essere costretti ad uscire dal programma di Registrazione Fatture ed a rientrarvi al termine dell'inserimento dei dati di una nuova Condizione di pagamento.


ImmagineAnno e N° Fattura di Riferimento - Indicare i dati relativi all'eventuale Fattura di Riferimento.

I campi vengono preimpostati con Anno e N° Fattura corrente, e devono essere variati solo nel caso si stia registrando una Nota di Credito: in tale evenienza, è necessario indicare la Fattura, registrata in precedenza, che viene stornata totalmente o parzialmente dal Documento corrente.

Operando secondo le indicazioni fornite, la stampa dell'Estratto Conto Fornitore potrà considerare correttamente i legami tra le Fatture e le eventuale Note Credito ricevute.


Inserimento righe di dettaglio IVA


ImmagineNon appena completata l'immissione dei dati di testata, si passa alla fase di inserimento del dettaglio IVA.

E' possibile inserire più righe, a seconda delle aliquote IVA indicate in Fattura.

Man mano che si procede con l'immissione delle righe, viene aggiornato il totale del Documento: prima di passare all'indicazione delle contropartite, verificare che coincida con la copia cartacea della Fattura.


Imponibile - Indicare l'imponibile rilevato dalla Fattura che si sta registrando.


ImmagineIVA - Indicare il Codice IVA rilevato dalla Fattura che si sta registrando.

L'elenco dei Codici IVA disponibili è attivabile tramite la pressione del tasto F8.

A seconda del vostro tipo di attività, il Codice IVA di default può essere assegnato alla voce "cliiva" tramite l'apposito programma Gestione Parametri e Progressivi - Parametri Automatismi.

Qualora sulla fattura fossero indicati solo importi comprensivi di IVA, è possibile inserire tale importo nel campo “Imponibile”, posizionarsi sul campo “IVA” e premere i tasti Ctrl + F10: il valore indicato nel campo “Imponibile” viene scorporato dell'IVA, ed il valore dell'IVA risultante viene memorizzato automaticamente nel campo “Importo IVA”.


Importo IVA - Questo campo viene compilato automaticamente, ma è possibile intervenire nel caso problemi di arrotondamento facciano sì che il valore indicato sulla Fattura cartacea che si sta registrando non coincida con quello presentato a video.


Detraibilità - Sono ammessi due valori:

  • Vuoto: l'IVA è totalmente indetraibile;
  • 'S': l'IVA è totalmente detraibile.

ImmagineNel caso l'IVA sia solo parzialmente detraibile, premere il tasto F7 per aprire la finestra nella quale inserire la percentuale di indetraibilità dell'imposta.

Terminato l'inserimento delle righe di dettaglio dell'IVA, si passa alla fase di registrazione delle contropartite, premendo il tasto F9


Inserimento Contropartite


ImmagineSe almeno un Codice IVA utilizzato durante la compilazione del dettaglio IVA non è esente, escluso, non imponibile o fuori campo, l'elenco delle registrazioni delle contropartite relative alla Fattura che si sta elaborando contiene una riga precompilata, relativa al Sottoconto IVA Vendite.

Il Sottoconto standard per la movimentazione dell'IVA può essere assegnato alla voce "ivaacq" tramite l'apposito programma Gestione Parametri e Progressivi - Parametri Sottoconti.

ImmagineCodice Sottoconto - L'elenco dei Codici Sottoconto disponibili è attivabile tramite la pressione del tasto F8.

Se il Codice non è presente in archivio, viene richiamata automaticamente la funzionalità di Gestione Piano dei Conti, per l'inserimento “al volo” dei dati, senza essere costretti ad uscire dal programma di Registrazione Fatture ed a rientrarvi al termine dell'inserimento dei dati di un nuovo Sottoconto.

Nel caso dell'indetraibilità completa o parziale dell'IVA, potete decidere se registrare l'importo della quota indetraibile sull'apposito conto (lo standard è l'867) o caricarlo direttamente a costo.

L'ammontare dell'imposta indetraibile è evidenziato nel bordo inferiore dell'elenco delle contropartite.

Se usate il conto apposito, che può essere assegnato alla voce "ivainde" tramite l'apposito programma Gestione Parametri e Progressivi - Parametri Sottoconti, nel prospetto della Chiusura IVA verrà evidenziato in un apposito campo.


Descrizione movimento - Il campo è precompilato con una descrizione ricavata dai dati indicati nella testata, ma è liberamente modificabile.

Consigliamo di utilizzare la descrizione standard, che contiene dati descrittivi che permettono una facile identificazione delle righe di registrazione nel Giornale Contabile.


Dare - Indicare l'importo da assegnare al Sottoconto inserito in precedenza.

Il campo è precompilato con il saldo necessario per completare la registrazione contabile della Fattura, valore che nella maggior parte dei casi deve solo essere confermato.

Ovviamente, se la registrazione richiede la suddivisione dei Costi su più Sottoconti, indicare i valori individuati per ogni singola riga.

Ad ogni registrazione parziale, il campo viene sempre precompilato con il saldo necessario per concludere la registrazione, che può continuare ad essere frazionato.