immagine_rss

UTILIZZO DEI COOKIES

Al fine di rendere i propri servizi il più possibile efficienti e semplici da utilizzare, questo Sito fa uso di cookies.

Pertanto, quando si visita il Sito, viene inserita una quantità minima di informazioni nel dispositivo dell'Utente, come piccoli file di testo chiamati "cookie", che vengono salvati nella directory del browser Web dell'Utente.

Esistono diversi tipi di cookie, ma sostanzialmente lo scopo principale di un cookie è quello di far funzionare più efficacemente il Sito e di abilitarne determinate funzionalità.

Questo sito non fa uso di cookies per scopi pubblicitari o di profilazione dell'utenza, bensì utilizza soltanto cookies di tipo tecnico.

I cookie tecnici sono utilizzati per migliorare la navigazione globale dell'Utente. In particolare:

  • misurano l'utilizzo dei servizi da parte degli Utenti, per ottimizzare l'esperienza di navigazione e i servizi stessi;
  • sono necessari per il corretto funzionamento di alcune aree del sito;
  • comprendono sia cookie persistenti che cookie di sessione.

In assenza di tali cookie, il sito o alcune porzioni di esso potrebbero non funzionare correttamente. Pertanto, vengono sempre utilizzati, indipendentemente dalle preferenze dall'utente. I cookie tecnici vengono sempre inviati dal dominio.

Il Titolare non è tenuto a richiedere il consenso dell'utente per i cookie tecnici, poiché questi sono strettamente necessari per la fornitura del servizio.

Domande frequenti


Installazione, acquisto ed assistenza

 Quando seleziono una voce dal menù, il programma corrispondente è lento a partire, a cosa è dovuto?

Se il gestore delle licenze non viene installato (si vedano i paragrafi "Installazione posto di lavoro" in questa pagina), l'avvio di ogni programma avviene dopo un'attesa di 3 secondi, il tempo di timeout impostato per la comunicazione con tale gestore.

Se invece il gestore delle licenze è stato installato, l'avvio dei programmi è immediato.

 Quale configurazione hardware è richiesta per l'esecuzione di Retrò 365?

Tutte le informazioni relative alla configurazione hardware per l'esecuzione di Retrò 365 sono illustrate in questa pagina.

Rimarchiamo che il nostro gestionale è estremamente parco nell'uso delle risorse, rispetto a prodotti simili, e fornisce delle ottime prestazioni anche con hardware dalle qualità non eccelse o non proprio all'ultimo grido.

 Dove trovo la documentazione per l'installazione?

E' disponibile un documento che illustra passo passo le corrette procedure per portare a termine con successo l'installazione e la configurazione iniziale di Retrò 365.

 Come posso acquistare una licenza? Sul sito non sono riuscito a trovare la pagina dedicata!

Per procedere con l'acquisto, è necessario operare tramite il Gestore delle Licenze, un programma residente che deve essere installato su uno qualsiasi dei PC di una rete o sull'unico PC che verrà utilizzato in monoutenza.

Le fasi necessarie per la registrazione, l'acquisto e la gestione della licenza sono illustrate in questo documento.

Abbiamo scelto questo metodo inusuale perché vogliamo essere sicuri che, prima di acquistarli, abbiate almeno installato e provato i nostri programmi.

 Ho un problema che non riesco a risolvere consultando la documentazione online. Come posso ottenere assistenza?

Per ottenere un supporto personalizzato da parte di un nostro tecnico, è necessario acquistare un “gettone”, della durata di un'ora (60 minuti), tramite il Gestore delle Licenze.

La procedura è illustrata nel dettaglio in questo documento.

Il tempo minimo di intervento è di un quarto d'ora (15 minuti), anche se si protraesse per un tempo inferiore.

Qualora il Cliente disponesse di tempo residuo, per prenotare un intervento d'assistenza è comunque necessario ripetere la procedura indicata per l'acquisto, con la possibilità di effettuare la sola prenotazione.

Nella pagina web cui si fa riferimento nel Manuale Gestione Licenza è chiaramente visibile il tempo residuo ancora inutilizzato.

Qualora fosse necessario, l'eventuale acquisto di un nuovo “gettone” incrementa il tempo disponibile di ulteriori 60 minuti.

 E' possibile parlare direttamente con un vostro tenico?

Certamente! Al momento dell'acquisto del “gettone” per l'assistenza, effettuabile tramite la procedura illustrata in questo documento, viene automaticamente inviata la prenotazione al nostro centro di Assistenza.

Non appena possibile, generalmente entro il secondo giorno lavorativo successivo alla prenotazione, il nostro personale vi contatterà tramite Skype.

Cosa più unica che rara nel panorama informatico, avrete modo di essere assistiti direttamente dai programmatori che hanno creato il software!

Per le conversazioni via Skype, raccomandiamo caldamente l'acquisto di una cuffia munita di microfono.

Qualora si rendesse necessario, potrà essere avviata una sessione di teleassistenza tramite Supremo, un ottimo software 100% Italiano.

Alcuni antivirus potrebbero interpretare le funzionalità offerte da Supremo come un'attività sospetta. Ovviamente si tratta di un falso allarme.

 Come si avvia una sessione di teleassistenza?

ImmagineUna volta acquistato il “gettone” per l'assistenza e ricevuta la chiamata dei nostri tecnici tramite Skype, è sufficiente cliccare sull'icona “Assistenza” presente sul desktop.

L'icona per l'avvio del programma di teleassistenza è stata predisposta durante l'installazione del singolo posto di lavoro.

ImmagineCliccando successivamente sul pulsante “Avvia programma di Teleassistenza”, verrà avviato il download della versione più recente del programma Supremo.

ImmagineAl termine del download, Supremo verrà avviato automaticamente, richiedendo conferma per la sua esecuzione.

L'immagine mostra l'aspetto del programma di teleassistenza, nella versione personalizzata con il nostro logo.

Dovrete poi comunicare al nostro personale il vostro Id e la vostra Password che compaiono nella videata di Supremo.

Emissione DdT e Fatture Clienti

 I miei DdT hanno una numerazione alfanumerica. E' possibile gestirli con Retrò 365?

Per impostare il tipo di numerazione dei DdT (solo numerico, alfanumerico, alfanumerico con numerazione automatica delle serie letterali A...Z), è necessario operare tramite il programma Gestione parametri e progressivi: scegliere il gruppo “Parametri Campi”, selezionare la voce boltyp e premere Invio per modificarla.

  • Solo numerico: lasciare vuoto il campo Serie DdT letterale e indicare 0 (zero) nel campo Campo numerico o alfanumerico;
  • Alfanumerico: lasciare vuoto il campo Serie DdT letterale e indicare 130 nel campo Campo numerico o alfanumerico. Ricordate che in tal caso l'ordinamento avviene alfabeticamente, ovvero il DdT “15/12” è inferiore al DdT “2/12”. Raccomandiamo di utilizzare degli zeri di riempimento per riequilibrare la situazione (ovvero, ad esempio, “0015/12” e “0002/12”, in riferimento al caso esposto);
  • Alfanumerico con numerazione automatica delle serie letterali A...Z: indicare nel campo Serie DdT letterale il numero di caratteri per la numerazione (da 1 a 6) per la compilazione automatica del campo con la progressione numerica nell'ambito della serie letterale desiderata, ed indicare 130 nel campo Campo numerico o alfanumerico. Supponendo di avere indicato un numero di caratteri uguale a 4, i numeri DdT della serie 'A', ad esempio, assumeranno questa forma: 0001/A, 0002/A, ecc. Per assegnare automaticamente il prossimo numero DdT disponibile per la serie 'A', sarà sufficiente indicare nel campo Numero DdT dei programmi di Emissione DdT e Fatture la sola lettera della serie desiderata (A, in questo caso) e premere Invio.

Ricordiamo che la scelta del tipo di numerazione dei DdT va effettuata prima di emettere qualunque documento!

 Come si emette una Fattura immediata (senza DdT)?

Tramite il programma Emissione DdT/Fatture, con l'accortezza di cancellare il numero DdT proposto: premendo Invio verrà proposto un un numero di DdT fittizio molto alto (> di 10.000.000).

 Come si emette una Nota di Credito?

Tramite il programma Emissione Note Variazione a Clienti, utilizzando il numero DdT fittizio molto alto (> di 10.000.000) proposto.

Durante la compilazione di una Nota di Variazione, indicare sempre valori positivi: verranno convertiti automaticamente in negativo dalla procedura stessa.

 Come si modifica un DdT?

Tramite il programma Emissione DdT/Fatture, a patto che il DdT da modificare non sia già stato incluso in una Fattura: è sufficiente indicarne il numero e premere Invio per entrare automaticamente nella fase di modifica dei dati di testata.

Se non è necessario modificare alcun dato della testata, è possibile passare direttamente alla fase di modifica delle righe tramite il tasto F9.

 Come si annulla un DdT?

Tramite il programma Emissione DdT/Fatture, a patto che il DdT da modificare non sia già stato incluso in una Fattura: è sufficiente indicarne il numero e premere Invio.

Quando sono visualizzati i dati della testata del DdT, premere il tasto F4 e confermare con Invio la cancellazione del documento.

 Come si annulla una Fattura?

Tramite il programma Registrazione Fatture Clienti:

  • Avviare il programma, confermando la data proposta per annullare Fatture dell'anno in corso, o inserendo la data 31/12 dell'anno precedente per annullare Fatture emesse nell'esercizio precedente;
  • Indicare il numero della Fattura da annullare e premere Invio;
  • Premere F4 e confermare l'annullamento della registrazione: tutti i DdT o documenti fittizi contenuti nella Fattura indicata tornano ad essere modificabili a piacere.

 Come si ristampa una Fattura?

Tramite il programma Emissione DdT/Fatture: è sufficiente richiamare uno qualunque dei DdT inclusi nella Fattura e procedere con la stampa.

Per facilitare la ricerca dei DdT inclusi in una data Fattura, premere Alt + F8 quando si è posizionati sul campo N°DdT e digitare il numero della Fattura da ristampare.

 Posso usare l'archivio Articoli solo per memorizzare Codici, Descrizioni e Prezzi, ma senza effettuare la movimentazione di Magazzino?

Si, questa possibilità è stata prevista. Se non si intendono effettuare carichi e scarichi di Magazzino, ma si preferisce utilizzare l'archivio Articoli come un semplice database per memorizzare Codici, Descrizioni e Prezzi, è necessario operare tramite il programma Gestione parametri e progressivi: scegliere il gruppo “Parametri Automatismi”, selezionare la voce noscaric e premere Invio per modificarla.

Valori possibili:

  • 0: il Magazzino viene movimentato;
  • 1: il Magazzino NON viene movimentato. Questa sarebbe la modalità migliore nella quale utilizzare la licenza Mini di Retrò 365, nella quale non è inclusa la gestione completa del Magazzino.

 Come si modifica una Fattura o una Nota Credito già stampata?

Per potere modificare una Fattura stampata e, di conseguenza, già registrata automaticamente in contabilità, è necessario operarne preventivamente l'annullamento, tramite il programma Registrazione Fatture Clienti.

Terminato l'annullamento avviare, a seconda dei casi, il programma Emissione DdT/Fatture o Emissione Note Variazione a Clienti ed effettuare tutte le modifiche desiderate, completate le quali, sempre dal medesimo programma, procedere con la stampa del documento.

Ricordiamo che:

  • Al momento della stampa della Fattura corretta, viene riutilizzato il numero ad essa precedentemente assegnato;
  • La Fattura corretta contiene al suo interno tutti i DdT precedentemente inclusi;
  • Per ristampare una Fattura comprendente più DdT è sufficiente richiamare dal programma di emissione DdT uno qualunque dei documenti e procedere con la stampa.

 In una Fattura ho incluso per errore un DdT che non doveva esserci, come posso rimediare?

Come prima operazione, è necessario annullare la Fattura incriminata, tramite il programma Registrazione Fatture Clienti.

Successivamente si elimina il legame DdT -> Fattura con il programma Sblocco DdT Fatturati.

Se la Fattura errata è l'ultima stampata, non è necessario eliminare manualmente il legame, è sufficiente annullarla.

 Come si modifica la data di emissione di una Fattura già stampata?

Tramite il programma Registrazione Fatture Clienti:

  • Indicare il numero della Fattura da modificare e premere Invio;
  • Variare congruentemente Data Registrazione e Data Fattura durante la fase di modifica dei dati di testata e confermare tutti i dati;
  • Quando si apre la sezione dei dati IVA, premere F9 per passare alla sezione contropartite;
  • Modificare manualmente le descrizioni dei movimenti contenuti in tale sezione variando la data della Fattura con la nuova;
  • Al termine delle modifiche, premere Esc fino a tornare alla richiesta del numero documento;
  • Ristampare la Fattura tramite il programma Emissione DdT/Fatture.

La modifica di una registrazione comporta la nuova creazione delle scadenze. Per questo motivo è opportuno operare prima che siano stati effettuati pagamenti o incassi relativi ai documenti interessati. In caso contrario, occorre intervenire manualmente per annullare eventuali scadenze che siano già state onorate.

 Ho emesso una fattura per sbaglio, ma me ne sono accorto solo dopo averne successivamente emesse altre. Adesso ho annullato la Fattura, come posso emettere una nuova Fattura assegnandogli il numero di quella annullata?

Il comportamento è diverso a seconda di come si è operato.

1° caso – è stata cancellata la Fattura ma non il DdT o il documento fittizio con la numerazione > 10.000.000 in essa incluso

Questa è la situazione più semplice da gestire: tramite il programma Emissione DdT/Fatture è sufficiente richiamare il DdT o il documento fittizio e modificarlo opportunamente (intestatario, righe del documento, ecc.), stampando poi la Fattura, che verrà emessa con numerazione e data della Fattura erroneamente prodotta precedentemente.

2° caso – oltre alla Fattura, è stato cancellato anche il DdT o il documento fittizio con la numerazione > 10.000.000 in essa incluso

La procedura è piuttosto semplice, ma va eseguita con la massima attenzione:

  • Avviare il programma Gestione Progressivi e Parametri e selezionare la voce Parametri progressivi;
  • Nell'elenco che appare cercare la voce nfattc (Ultimo n° Fattura anno corrente) ed annotare il valore corrispondente;
  • Assegnare a tale valore il numero della Fattura precedente a quello della Fattura da emettere ed uscire dal programma;
  • Emettere la Fattura tramite il programma Emissione DdT/Fatture, prestando particolare attenzione alla data di emissione, che deve essere congrua con quella di emissione della Fattura precedente e successiva;
  • Avviare nuovamente il programma Gestione Progressivi e Parametri e selezionare la voce Parametri progressivi;
  • Nell'elenco che appare cercare la voce nfattc (Ultimo n° Fattura anno corrente) e assegnare a tale valore quello annotato in precedenza.

 Come posso stampare estemporaneamente una fattura comprendendo solo determinati DdT?

Tramite il programma Fatturazione differita, selezionando il Cliente per il quale emettere il documento e scegliendo i DdT da includere.

 Quali sono le opzioni disponibili per la stampa differita (fine mese) delle Fatture?

Il programma Fatturazione differita permette

  • Stampa delle Fatture di un Cliente specifico;
  • Stampa di tutte le Fatture in base ai DdT memorizzati, con raggruppamento dei DdT in un'unica Fattura per Cliente;
  • Stampa di tutte le Fatture in base ai DdT memorizzati, senza raggruppamento dei DdT (una Fattura per ogni DdT).

Se si seleziona la stampa delle sole Fatture di un Cliente specifico:

  • Scelta del Cliente;
  • Scelta dei DdT da elaborare;
  • Stampa di un'unica Fattura comprendente i DdT selezionati;
  • Stampa di una Fattura per ognuno dei DdT selezionati;
  • Stampa di una Fattura comprendente tutti i DdT memorizzati attribuiti al Cliente indicato, che siano selezionati o no.

 E' possibile addebitare automaticamente in Fattura le spese per l'emissione delle RiBa?

Per la gestione dell'addebito automatico delle spese di incasso RiBa in Fattura è necessario intervenire su due distinti parametri di configurazione tramite il programma Gestione parametri e progressivi.

  • Conto spese di incasso: scegliere il gruppo “Parametri Sottoconti”, selezionare la voce ribacont e premere Invio per immettere il codice del Sottoconto interessato. Il valore presente nella configurazione fornita con l'installazione di Retrò 365 è già correttamente impostato rispetto al Piano dei Conti;
  • Spese per ogni RiBa emessa: scegliere il gruppo “Parametri Generici”, selezionare la voce ribaspes e premere Invio per immettere l'importo addebitato dalla vostra Banca per ogni operazione. Se l'importo è zero (condizione prevista al momento dell'installazione), in Fattura non verrà effettuato alcun conteggio per le spese di incasso RiBa.

I Clienti ai quali addebitare le spese vanno selezionati indicando nell'Anagrafica Clienti il valore 'S' nel campo Spese RB.


Registrazione Fatture Clienti e Fornitori

 Inserendo i dati di testata compare un riquadro con la richiesta di Anno e Numero Fattura. Di cosa si tratta?

Sono dati da compilare per la corretta gestione dell'Estratto Conto (storico incassi e pagamenti, partite aperte).

Per le Fatture Clienti, è sufficiente confermare i dati proposti.

Per la registrazione delle Note Credito ricevute da Fornitori, indicare il riferimento alla Fattura parzialmente o totalmente stornata.

 Come si modifica la registrazione di una Fattura?

Tramite lo stesso programma con il quale si è effettuata la registrazione originaria:

  • Indicare il numero del documento da modificare e premere Invio;
  • Nella fase di modifica dei dati della testata potete variare Data Registrazione, Numero e Data Fattura. Se questi dati restano invariati, potete proseguire con il tasto F9;
  • Nella fase di modifica dei dati IVA, potete eliminare o variare i dati delle singole righe di registrazione, o inserirne di nuove;
  • Passare poi alla fase di registrazione delle contropartite con il tasto F9. Anche in questo caso potete eliminare o variare i dati delle singole righe di registrazione, o inserirne di nuove.
  • Se avete variato dei dati di testata, modificate manualmente le descrizioni dei movimenti delle contropartite per ottenerne la coincidenza;
  • Verificate attentamente che il saldo delle registrazioni sia a zero prima di abbandonare le modifiche;
  • Al termine delle modifiche, premere Esc fino a tornare alla richiesta del numero documento.

Se si opera su una Fattura Clienti emessa con i nostri programmi, non è possibile intervenire sulle righe IVA e Contropartite, se non modificando la sola descrizione delle Contropartite.

La modifica di una registrazione comporta la nuova creazione delle scadenze. Per questo motivo è opportuno operare prima che siano stati effettuati pagamenti o incassi relativi ai documenti interessati. In caso contrario, occorre intervenire manualmente per annullare eventuali scadenze che siano già state onorate.

 Come si registra una Fattura Fornitori in Reverse Charge?

  • Tramite il programma Archivio Fornitori, assicurarsi che sia impostato il carattere 'R' nel campo Pf/Ce/Rv;
  • Registrare normalmente la Fattura tramite il programma Registrazione Fatture Fornitori in Reverse Charge, integrando il documento con l'aliquota IVA appropriata. Il programma permette di utilizzare esclusivamente Fornitori che sono stati marcati come “in reverse charge” (vedi punto precedente);
  • Avviare il programma Registrazioni Contabili, impostando la stessa data della registrazione della Fattura;
  • Posizionarsi sulla riga di registrazione relativa al Fornitore e premere Shift + F7 per effettuare automaticamente i giroconti opportuni.

La modifica della registrazione di una Fattura Fornitori in Reverse Charge, se sono già stati effettuati tutti i giroconti manuali successivi, comporta un'attenta verifica e la correzione dei valori immessi nella fase di completamento dei movimenti.

 Come si registra una Fattura Fornitori CEE?

  • Tramite il programma Archivio Fornitori, assicurarsi che sia impostato il carattere 'C' nel campo Pf/Ce/Rv;
  • Registrare normalmente la Fattura tramite il programma Registrazione Fatture Fornitori CEE, integrando il documento con l'aliquota IVA appropriata. Il programma permette di utilizzare esclusivamente Fornitori che sono stati marcati come “Fornitori CEE” (vedi punto precedente);
  • Avviare il programma Registrazioni Contabili, impostando la stessa data della registrazione della Fattura;
  • Posizionarsi sulla riga di registrazione relativa al Fornitore e premere Alt + F7 per effettuare automaticamente i giroconti opportuni.

La modifica della registrazione di una Fattura Fornitori CEE, se sono già stati effettuati tutti i giroconti manuali successivi, comporta un'attenta verifica e la correzione dei valori immessi nella fase di completamento dei movimenti.

La registrazione delle Fatture CEE comporta l'utilizzo di due appositi registri IVA supplementari, uno per la registrazione dell'IVA Acquisti CEE e l'altro per la registrazione dell'IVA Vendite su Acquisti CEE.

 Come si registra una Bolla Doganale?

La registrazione di un acquisto da un Fornitore exta CEE richiede l'esecuzione di vari passaggi:

  • Registrazione della Bolla Doganale tramite il programma Registrazione Fatture Fornitori, utilizzando il Codice Fornitore BOL.DOG. ed inserendo i soli dati relativi all'IVA, indicati dall'Agenzia delle Dogane (l'inserimento delle contropartite è disabilitato);
  • Movimentazione manuale del conto IVA, del Fornitore extra CEE e degli acquisti, tramite il programma Registrazioni Contabili:
Dare Avere
(437) IVA su acquisti
(627) IVA c/transitorio
(693) Acquisti di merci
Codice del Fornitore extra CEE
  • Inserimento della scadenza per il pagamento della Fattura del Fornitore extra CEE tramite il programma Pagamento Fatture Fornitori, utilizzando come numero Protocollo quello della Bolla Doganale e numero Fattura quello del Fornitore extra CEE;
  • Registrazione della Fattura del Trasportatore tramite il programma Registrazione Fatture Fornitori, avendo cura di caricare sul conto (627) Iva c/transitorio l'importo dell'IVA anticipato dal trasportatore.

La modifica della registrazione di una Bolla Doganale, se sono già stati effettuati tutti i giroconti manuali successivi, comporta un'attenta verifica e la correzione dei valori immessi nella fase di completamento dei movimenti.

 Come posso inserire una nuova registrazione tra quelle delle Fatture Clienti o Fornitori già effettuate?

  • Avviare il programma con il quale sono state effettuate le registrazioni precedenti;
  • Richiamare l'ultimo documento registrato e modificare la testata, indicando il numero documento successivo (n° Fattura per le Fatture Clienti e n° Protocollo per le Fatture Fornitori);
  • Premere F9 per accedere alla registrazione delle contropartite e modificare manualmente le descrizioni dei movimenti con il nuovo numero assegnato;
  • Premere Esc fino a tornare alla richiesta del numero documento;
  • Procedere nello stesso modo per i documenti precedenti, fino ad arrivare a quello immediatamente successivo al punto di inserimento della nuova registrazione;
  • Inserire la nuova registrazione, indicando una data compatibile con la registrazione precedente e la successiva.

La modifica di una registrazione comporta la nuova creazione delle scadenze. Per questo motivo è opportuno operare prima che siano stati effettuati pagamenti o incassi relativi ai documenti interessati. In caso contrario, occorre intervenire manualmente per annullare eventuali scadenze che siano già state onorate.

 Come posso eliminare una Fattura Clienti o Fornitori se ho già emesso o registrato dei documenti successivi?

  • Avviare il programma con il quale sono state effettuate le registrazioni precedenti;
  • Annullare il documento desiderato;
  • Richiamare il documento successivo e modificare la testata, scalando di una unità il numero del documento (n° Fattura per le Fatture Clienti e n° Protocollo per le Fatture Fornitori);
  • Premere F9 per accedere alla registrazione delle contropartite e modificare manualmente le descrizioni dei movimenti con il nuovo numero assegnato;
  • Premere Esc fino a tornare alla richiesta del numero documento;
  • Procedere nello stesso modo per i documenti successivi, fino ad arrivare all'ultimo registrato.

La modifica di una registrazione comporta la nuova creazione delle scadenze. Per questo motivo è opportuno operare prima che siano stati effettuati pagamenti o incassi relativi ai documenti interessati. In caso contrario, occorre intervenire manualmente per annullare eventuali scadenze che siano già state onorate.

 Perché i movimenti relativi a Fatture Clienti o Fornitori annullate sono ancora visibili nel programma di Registrazioni Contabili?

I movimenti provenienti da procedure automatizzate, come quelle relative alla registrazione di Fatture Clienti e Fornitori, nonché agli Incassi ed ai Pagamenti, non vengono annullati “fisicamente”, per lasciare una traccia delle modifiche apportate, funzionalità particolarmente utile per comprendere i motivi di apparenti malfunzionamenti delle procedure.

Ovviamente tali movimenti, riconoscibili dalla presenza del carattere 'X' nella prima colonna dei dati presentati dal programma delle Registrazioni Contabili, non vengono considerati in alcun tipo di elaborazione.


Incassi e pagamenti

 Come si registra un pagamento o un incasso parziale di una scadenza?

Tramite il programma Pagamento Fatture Fornitori o Incasso Fatture Clienti:

  • Indicare il codice del Cliente o del Fornitore e premere Invio;
  • Selezionare dall'elenco la scadenza desiderata e premere Invio;
  • Indicare nel campo Da pagare l'importo parziale, che viene scalato dal valore totale della scadenza.

 Come si storna un pagamento o incasso?

Tramite il programma Pagamento Fatture Fornitori o Incasso Fatture Clienti:

  • Indicare il codice del Cliente o del Fornitore e premere Invio;
  • Premere F3 per accedere all'elenco dei pagamenti o incassi già effettuati;
  • Selezionare dall'elenco la scadenza desiderata e premere F4 per stornare la registrazione;
  • Premere F9 per stornare anche la contropartita;
  • Al termine dell'annullamento, premere Esc per abbandonare l'elenco dei pagamenti o incassi stornabili e tornare all'elenco delle scadenza in sospeso, tra le quali comparirà anche quella appena annullata.

 Come si elimina una scadenza di pagamento o incasso?

Tramite il programma Pagamento Fatture Fornitori o Incasso Fatture Clienti:

  • Indicare il codice del Cliente o del Fornitore e premere Invio;
  • Selezionare dall'elenco la scadenza desiderata e premere F4 per eliminare la scadenza;

 Come si modifica una scadenza prima di registrare un pagamento o incasso?

E' necessario eliminare la scadenza errata e reinserirla con i valori corretti, tramite il programma Pagamento Fatture Fornitori o Incasso Fatture Clienti:

  • Indicare il codice del Cliente o del Fornitore e premere Invio;
  • Selezionare dall'elenco la scadenza da modificare desiderata e premere F4 per eliminarla;
  • Premere F7 per inserire la nuova scadenza con i valori corretti.

 Come si storna un incasso relativo ad una RIBA emessa?

Tramite il programma Emissione Ricevute Bancarie:

  • Quando è visualizzato l'elenco delle RIBA da emettere, premere F3 per accedere all'elenco degli incassi già effettuati;
  • Selezionare dall'elenco l'incasso da stornare e premere F4 per stornare la registrazione. La contropartita viene movimentata sul conto Effetti attivi o Effetti al Dopo Incasso, a seconda del conto utilizzato in fase di emissione della RIBA;
  • Al termine dell'annullamento, premere Esc per abbandonare l'elenco degli incassi stornabili e tornare all'elenco delle RIBA da emettere, tra le quali comparirà anche quella appena annullata.

 Purtroppo ho ricevuto un insoluto per una RIBA, come posso registrarlo?

Tramite i programmi Emissione Ricevute Bancarie e Incasso Fatture Clienti:

  • Avviare il programma Emissione Ricevute Bancarie, e quando viene visualizzato l'elenco delle RIBA da emettere, premere F3 per accedere all'elenco degli incassi già effettuati;
  • Selezionare dall'elenco la scadenza che non è stata onorata e premere F10 per creare la nuova coppia di scadenze (una di segno negativo per il successivo storno dell'incasso ed una positiva per il successivo incasso per vie “tradizionali”);
  • Uscire dal programma di Emissione Ricevute Bancarie ed avviare il programma Incasso Fatture Clienti;
  • Indicare il Cliente cattivo pagatore e premere Invio;
  • Selezionare dall'elenco la scadenza desiderata (identificabile, oltre che dal segno '-', da una 'I' nella colonna 'Ins' dell'elenco) e premere F10 per stornare l'incasso RIBA;
  • Premere F9 per inserire nella contropartita il conto Banca (se avete girato la RIBA sul conto Effetti Attivi Sbf al momento dell'emissione) o sul conto Effetti al Dopo Incasso in caso contrario: lo storno dell'insoluto è così completato.

Registrazioni contabili

 Ho sbagliato la data di registrazione di alcuni movimenti contabili. In che modo si può variare?

La data di registrazione dei movimenti contabili relativi alle Fatture di Vendita e di Acquisto può essere esclusivamente modificata tramite gli appositi programmi per la loro registrazione;

La data di registrazione di tutti gli altri movimenti può invece essere facilmente modificata dal programma Registrazioni Contabili:

  • Indicare il giorno contenente le registrazioni errate;
  • Selezionare il movimento da spostare in altra data;
  • Premere F6 ed indicare la nuova data, poi confermare con Invio.

La data indicata con questa procedura deve obbligatoriamente essere compresa nell'anno del movimento errato.

 Come si verifica la correttezza dei dati contabili inseriti?

Tramite il programma Stampa Bilancio, un vero e proprio “centro di verifica” dei dati, in grado di effettuare:

  • Controllo di congruenza tra i dati presenti nel Giornale Contabile ed i totali memorizzati nelle anagrafiche Clienti, Fornitori e Sottoconti;
  • Indicazione dei codici Clienti, Fornitori e Sottoconti che presentano totali non coincidenti con le movimentazioni;
  • Segnalazione eventuali sbilanci, derivanti da registrazioni errate o incomplete;
  • Ricerca delle giornate nelle quali sia stato rilevato uno sbilancio.

 La verifica tramite il programma Stampa Bilancio segnala un'incongruenza tra i movimenti ed i totali memorizzati nelle anagrafiche di Clienti, Fornitori o Sottoconti. Come si correggono gli errori?

Se l'opzione Stampa Errori del programma Stampa Bilancio ha prodotto un elenco breve:

  • Per correggere incongruenze relative ai Clienti, avviare il programma Archivio Clienti, digitare il codice indicato nella stampa, premere Invio per visualizzare i dati e Shift + F7 per ricostruire i progressivi. Ripetere per ogni Cliente errato;
  • Per correggere incongruenze relative ai Fornitori, avviare il programma Archivio Fornitori, digitare il codice indicato nella stampa, premere Invio per visualizzare i dati e Shift + F7 per ricostruire i progressivi. Ripetere per ogni Fornitore errato;
  • Per correggere incongruenze relative ai Sottoconti, avviare il programma Gestione Piano dei Conti, premere Shift + F8 per visualizzare l'elenco dei Sottoconti e digitare il codice indicato nella stampa. Non appena visualizzati i dati, premere Shift + F7 per ricostruire i progressivi. Ripetere per ogni Sottoconto errato.

La ricostruzione dei dati viene effettuata sia per l'anno in corso che per il precedente.

Se l'opzione Stampa Errori del programma Stampa Bilancio ha invece prodotto un elenco contenente troppi elementi per essere gestiti uno ad uno:

  • Utilizzare il programma Ricostruzione progressivi CL/FR/SOT. Per installazioni in rete, assicurarsi che non vi siano altri programmi in esecuzione prima di avviare la ricostruzione dei dati tramite questa applicazione, in caso contrario verrà emesso un messaggio di errore.

 La verifica tramite il programma Stampa Bilancio segnala la presenza di una o più giornate che presentano degli sbilanci. Come si correggono gli errori?

  • Avviare il programma Registrazioni Contabili;
  • Indicare come data di registrazione una di quelle indicate nella ricerca effettuata tramite l'opzione Ricerca Sbilancio a video del programma Stampa Bilancio;
  • Se i movimenti della giornata sono poco numerosi, generalmente si riesce facilmente a risalire alla o alle registrazioni incomplete;
  • Se i movimenti sono numerosi, è possibile utilizzare la funzionalità di ricerca integrata nel programma delle Registrazioni Contabili, accessibile tramite il tasto F12;
  • Selezionare l'opzione Ricerca in data corrente;
  • Indicare l'importo da cercare, rilevato dal programma Stampa Bilancio;
  • Se la ricerca ha dato esito infruttuoso, ripeterla inserendo la lettera 'S' nel campo Saldo delle opzioni di ricerca;
  • E' possibile che il saldo indicato derivi da più di una registrazione incompleta: in tal caso, purtroppo, la ricerca non fornirà risultati apprezzabili, e non resta che analizzare visivamente con estrema attenzione tutte le registrazioni della giornata “incriminata”.

La presenza di eventuali sbilanci il più delle volte è dovuta a delle problematiche hardware transitorie (connessione di rete, alimentazione, errore in scrittura degli hard disk) o a delle manovre errate dell'Operatore, sebbene le procedure segnalino, nel maggior numero di occasioni possibili, che l'abbandono della registrazione che si sta effettuando causerà uno sbilancio.

 Quali controlli vengono effettuati selezionando l'opzione “Test Correttezza” dei programmi di stampa Giornale e Registri IVA?

  • Coerenza tra date registrazione e numerazione delle Fatture e dei Protocolli;
  • Corrispondenza delle descrizioni delle contropartite relative alle registrazioni di Fatture e Protocolli con i dati di testata;
  • Progressione senza soluzione di continuità della numerazione di Fatture e Protocolli.

Magazzino

 Posso scegliere se usare codici numerici o alfanumerici per gli Articoli di Magazzino?

Per impostare il tipo di Codice per gli Articoli (lunghezza, solo numerico, alfanumerico), è necessario operare tramite il programma Gestione parametri e progressivi: scegliere il gruppo “Parametri Campi”, selezionare la voce arttyp e premere Invio per modificarla.

  • Lunghezza: impostare nel campo Lunghezza il valore desiderato;
  • Tipo campo: nel campo Campo numerico o alfanumerico impostare il valore 8 per gestire codici solo numerici o 130 per gestire codici alfanumerici.

Ricordiamo che la scelta del tipo di Codice per gli Articoli va effettuata prima di registrare qualunque Articolo in Magazzino!

 Come si registrano i movimenti di Magazzino?

La gestione dei movimenti di Magazzino è l'unica attività di Retrò 365 che richiede l'utilizzo di causali.

Si devono escludere però i movimenti di scarico (vendita), registrati automaticamente al momento dell'emissione di DdT e Fatture, e di carico (acquisto) da Fornitore, registrabili con apposita procedura guidata.

Tolti questi casi, che sono la stragrande maggioranza, sono ben pochi i movimenti che richiedono l'oculato utilizzo delle causali.

All'interno dell'Archivio Articoli è possibile effettuare qualunque movimento

 Come si carica il Magazzino al momento del ricevimento della merce?

Tramite il programma Carico Magazzino:

  • Memorizzazione dei movimenti di carico facenti capo ai DdT pervenuti;
  • Rrichiamo e modifica dei documenti di carico;
  • Aggancio degli Ordini Fornitori ed evasione totale o parziale degli stessi in relazione alle quantità pervenute;
  • Verifica dei prezzi indicati nei documenti di consegna rispetto a quelli eventualmente pattuiti in fase d'Ordine a Fornitore;
  • Possibilità di compiere anche operazioni diverse dal carico da Fornitore (ad es. rientro da Conto Lavorazione, resi Clienti, ecc.).

 Come si modifica un movimento di Magazzino errato?

  • I movimenti di Magazzino derivanti dall'emissione di un DdT, Fattura o Nota credito si modificano intervenendo direttamente dai programmi che gestiscono tali tipologie di movimenti, quali Emissione DdT/Fatture o Emissione Note Variazione;
  • I movimenti relativi ai carichi da Fornitore si modificano tramite il programma Carico Magazzino, richiamando il documento di consegna;
  • Tutte le altre tipologie di movimenti sono modificabili tramite il programma Manutenzione Giornale di Magazzino, con il quale è possibile variare Data e Numero documento, Data Registrazione, Quantità e Prezzo.

Sebbene sia possibile utilizzare il programma di Manutenzione Giornale di Magazzino per modificare i dati relativi a DdT, Fatture, Note Credito e Carichi da Fornitore, tale pratica potrebbe generare scollamenti tra quanto indicato nei documenti e quanto movimentato nel Giornale di Magazzino.


Gestione delle stampe

 Ho installato una nuova stampante nel mio PC, ma non riesco ad usarla con le procedure di Retrò 365. Come devo procedere?

Immagine

Per configurare le stampanti, operare tramite il gestore delle stampe, accessibile cliccando con il tasto sinistro sull'icona della stampantina presente nella Systray (la zona del video in basso a destra, vicino all'orologio).

  • Premere il pulsante Stampanti per aggiornare l'elenco con tutte le stampanti installate nel sistema;
  • Posizionarsi sulla riga dell'elenco corrispondente alla nuova stampante installata;
  • Cliccare due volte per aprire la finestra per assegnare alla stampante un nome visibile dalle procedure di Retrò 365.

 E' possibile cambiare tipo di carattere per le stampe?

Per le stampe sono disponibili 3 tipi diversi di caratteri, tutti “monospace” (non proporzionali), scelti per la loro leggibilità:

  • Bistream;
  • Consolas;
  • Courier.

Immagine

Per variare il tipo di carattere, operare tramite il gestore delle stampe, accessibile cliccando con il tasto sinistro sull'icona della stampantina presente nella Systray (la zona del video in basso a destra, vicino all'orologio).

Scegliere dal menù a discesa Scelta Font il carattere desiderato.

I diversi caratteri occupano uno spazio verticale differente, motivo per il quale il numero di righe stampabili per pagina varia a seconda della scelta effettuata. Questa particolarità assume una certa rilevanza nel caso della stampa di DdT e Fatture: al variare del tipo di carattere, occorre riconfigurare i parametri di stampa, in particolar modo il numero di righe del corpo dei documenti.

 E' possibile visualizzare un'anteprima delle stampe?

Immagine

Per attivare e disattivare l'anteprima di stampa, operare tramite il gestore delle stampe, accessibile cliccando con il tasto sinistro sull'icona della stampantina presente nella Systray (la zona del video in basso a destra, vicino all'orologio).

Selezionare o deselezionare le caselle della sezione Preview.

Durante la visualizzazione dell'anteprima, è possibile:

  • Sfogliare le pagine;
  • Ingrandire il documento;
  • Stampare la sola pagina corrente;
  • Stampare il documento intero.

 Come si impostano i parametri per la stampa di DdT, Fatture e Ordini?

Tramite il programma Gestione Progressivi e Parametri è possibile impostare il salto righe prima del destinatario, il salto righe tra destinatario e corpo e il numero di righe del corpo:

  • Selezionare la voce Parametri Generici e cercare la voce da modificare tra quelle indicate di seguito;
  • paraccom: parametri per le Fatture Accompagnatorie;
  • parbolla: parametri per i DdT;
  • parfattu: parametri per le Fatture;
  • parordc: parametri per gli Ordini Clienti;
  • parordf: parametri per gli Ordini Fornitori.

Selezionare la voce desiderata e premere Invio per modificare i 3 valori.

Per la stampa di DdT, Fatture e Ordini raccomandiamo di lasciare immutati i valori standard presentati nella videata Impostazione Stampante, preimpostati al momento dell'installazione di Retrò 365, in particolar modo il valore Larghezza caratteri.

Intervenire sui parametri menzionati qui sopra solo se avete provveduto a personalizzare l'intestazione dei moduli di stampa con il vostro logo ed i vostri dati societari.

 Come si possono aumentare le dimensioni dei caratteri?

Per migliorare la leggibilità delle stampe, soprattutto nel caso in cui le stesse siano particolarmente “dense” di dati, è possibile intervenire in 2 modi, operando opportunamente dalla videata Impostazione Stampante che viene aperta per qualunque stampa generata da Retrò 365:

  • Passaggio dal formato verticale al formato orizzontale, impostando il carattere 'L' nel campo Orientamento. Ovviamente tale impostazione è possibile solo se la stampa non è stata già progettata all'origine in formato orizzontale, data la grande quantità di dati da visualizzare;
  • Diminuzione del valore del campo Altezza caratteri: operando in tal modo la larghezza dei caratteri rimane immutata, ma la dimensione verticale viene aumentata, migliorando la leggibilità.

 Utilizzo dei moduli A4 prestampati con il mio logo ed i miei dati. Come si disabilita il logo del modulo standard per DdT, Fatture e Ordini fornito con l'installazione di Retrò 365?

E' sufficiente rinominare il file header.hdr, presente nella cartella dei dati dell'azienda sulla quale operare, in header.hdr.old.

Supponendo di avere installato Retrò sul disco C: del proprio PC, la cartella dei dati standard creata dall'installazione è C:\Ngst32\Dati.